Who’s Zed?

Mi piace pensare che Quentin si sia inventato un poliziotto maniaco omosessuale, pervertito e stupratore.
Che poi gli abbia chiesto di rapire Butch e Marsellus, e poi di violentare quest’ultimo, mentre Butch veniva legato e lasciato in compagnia dello Storpio.
Marsellus Wallace: un uomo armato, enorme, comparso quasi per caso; tanto cattivo da far scaraventare dal quarto piano un soggetto di nome Antoine, che aveva commesso la leggerissima ma letale imprudenza di toccare intimamente la sua amata Mia Wallace.
Si è poi immaginato che il terribile Marsellus, con l’aiuto di Butch, si liberasse e, con fame di vendetta, si scagliasse contro il malcapitato Zed fino, immaginiamo, ad ucciderlo lentamente, un pezzo alla volta, tra atroci sofferenze (lavoretto che, tra l’altro, viene inaugurato con la castrazione fisica del nostro poveretto o, come ama definirlo Marsellus, “il merdoso che presto vivrà il resto della sua stronza breve vita fra agonie e tormenti…”)

Tutto questo perchè Butch-Bruce Willis potesse tornare sano e salvo, cavalcando il chopper di Zed, dalla sua piccola, e che questa ponesse finalmente la domanda che egli desiderava da tempo, per la quale aveva sempre avuto la risposta, la più bella in assoluto.

1979841460.JPG

 

Whose motorcycle is this?
It’s a chopper, baby.
Whose chopper is this?
It’s Zed’s.
Who’s Zed?
Zed’s dead, baby. Zed’s dead.

Mr. Brown (ispirato, tra le altre cose, da un’uscita radiofonica di Mr.Blonde)

Butterfly effect

Il bosco è magnifico, profondo all’imbrunire e io ho promesse da mantenere e miglia da percorrere, prima di dormire. Mi hai sentito Butterfly? Miglia da percorrere prima di dormire…

Questa la chiave di accesso al dono di Butterfly, la farfalla… tanto bella quanto leggera, impalpabile.
Chissà perchè ha voluto darle questo nome. Non me ne vogliate, ma me lo sono chiesto. La caldissima danza mi ha incollato allo schermo per tutta la sua durata e forse, come un fotogramma sparato per 1/3000 di secondo, ha sconvolto a mia insaputa buona parte dei miei neuroni.

Ho avuto voglia di lei, proprio come la Coca Cola di James. Subliminale. Mi ha sconvolto.

Arlene, Butterfly, la farfalla. Ecco perchè! E’ per via del suo effetto.
Si dice che il suo battito d’ali sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo.

Il nostro Kurt indubbiamente deve esserne stato vittima, ed ha deciso di stringere la farfalla dentro la sua possente mano, affinchè il dono diventasse sacrificio, rimanendo drammaticamente unico.

l Mr. Brown